', 'auto'); ga('send', 'pageview'); ga('set', 'anonymizeIp', true); ', 'auto'); ga('send', 'pageview'); ga('set', 'anonymizeIp', true);

Disturbi del sonno

I disturbi del sonno sono frequenti nei bambini sotto i tre anni, si tratta di episodi di insonnia che, escluse cause organiche,  possono essere legati alle abitudini del bambino e della famiglia, ma dopo i tre anni diminuiscono. Un altro problema, che può  insorgere dai 2 ai 13 anni è quello del Pavor Nocturnus. Si tratta di un vero e proprio episodio di terrore, in cui il bambino si sveglia all’improvviso gridando e piangendo. Non è una patologia, sparisce col tempo, ma può mettere i genitori in difficoltà, poiché anche cercando di consolare il bambino, sentono di non ottenere risultati. Ulteriori problemi legati al sonno sono quelli che riguardano paure e preoccupazioni, in questi casi i bambini hanno degli atteggiamenti e dei comportamenti anomali che appaiono pian piano col tempo e che non possono essere superati con parole di conforto o razionalizzazioni.

 

Cosa può fare lo psicologo/terapeuta

Nei casi di insonnia può aiutare i genitori cercando di intervenire su quei fattori famigliari o legati alle abitudini del bambino, che riguardano la messa a letto e che non favoriscono il sonno. Mentre negli altri casi in cui siano presenti patologie o problematiche specifiche, può essere di aiuto ai genitori dopo un accurata valutazione,  fornendo loro un supporto con delle tecniche adatte alla situazione.

sonno

<script async src=”//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js”></script>
<script>
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({
google_ad_client: “ca-pub-4589025566599140”,
enable_page_level_ads: true
});
</script>